domenica 30 dicembre 2012

libri gioco !

 Il cavaliere coraggio e La principessa attacco, editi da Franco Cosimo Panini nel 2011, sono entrambi scritti e disegnati da Delphine Chedru.
Si tratta di due libri-gioco, o meglio, di libri attivi, in cui il lettore è coinvolto in prima persona nello svolgimento della storia.
Nel primo libro il Cavaliere Coraggio....ha perso il coraggio ! per ritrovarlo dovrà affrontare numerose prove e sconfiggere infine il tremendo drago verde.
Nel secondo libro, la Principessa Attacco andrà a salvare  il Cavaliere Coraggio, tenuto prigioniero da un terribile ciclope.
trovate la creatura fantastica nascosta tra le costellazioni !
due stemmi sono uguali: se li trovate, andate a pagina 28
 I lettori dovranno risolvere enigmi, prendere decisioni (scendere le scale, oppure no), uscire da un labirinto, indovinare l'età del pavone, suonare una dolce melodia al leone rosso, indovinare l'intruso, ecc........
il Capitano della Confraternita degli Orsi vi manderà a pagina 40 o dovrete tornare a pagina 6 ?

Due libri davvero divertenti e "diversi dal solito", da leggere e rileggere mille volte, scoprendone tutte le possibilità. I disegni poi, a tinte piatte e colori forti, accontenteranno anche i genitori appassionati di grafica.


Il Cavaliere Coraggio e La Principessa Attacco, Panini Editore, 2011
albo illustrato
Consigliato: dai 6 anni in su




venerdì 28 dicembre 2012

il bambino che si arrampicò fino alla luna

Il bambino che si arrampicò fino alla luna, di David Almond, Salani, 2012

David Almond è un autore inglese che vi consigliamo vivamente (Skelling e Argilla su tutti).
Questo suo testo, più breve e leggero, è una bella favola che parla di sogni e di amicizia.
Cosa sogna un bambino solitario che vive sottoterra, nel seminterrato di un grande condominio?
Paul sogna di toccare il cielo salendo al ventinovesimo piano del palazzo.
Voi lo sapete com'è il cielo? è freddo e fresco, blu, dolce e frizzante...e ventoso.
Conoscerà meglio alcuni vicini di casa, stravaganti e simpatici. Tutti aiuteranno Paul a raggiungere 
la luna, per scoprire che è un grande buco nel cielo. Qui vive Fortuna, una bambina arrivata sulla luna
sparata dal cannone...BANG ! PAF! ZOOM! dritta nel cielo.

I bei disegni in bianco e nero, di Federico Appel, sono fatti di piccoli tratti intrecciati che definiscono personaggi e paesaggi.
La frase che ci piace di più ? "le salsicce sono meglio della guerra"


Il bambino che si arrampicò fino alla luna, Salani 2012
110 pagine
Consigliato: dai 7 anni in su

sabato 22 dicembre 2012

io.....

Io... , testo e disegni Emma Dodd, edizione Ippocampo
Succede a tutti: adulti e bambini. Sentirsi piccoli di fronte ad un mondo grande che qualche volta ci può anche spaventare: l'inverno è lungo, il vento è forte....
Ci sembra che tutti intorno a noi siano così distanti, ci sembra di essere soli.
Non dobbiamo mai dimenticare che per qualcuno siamo NOI la cosa più dolce e più grande del mondo,
per le persone che amiamo e che ci amano.
Quando il piccolo pinguino è con la sua mamma, non ha paura di niente.
Questo libro è una favola dolce e tenera da non perdere: perfetta per i piccoli, per rafforzare le loro sicurezze. Perfetta per i grandi, perchè anche noi abbiamo bisogno di un abbraccio !



Io..... edizioni Ippocampo, 2012
albo illustrato
Consigliato: a tutti !

lunedì 17 dicembre 2012

storia di un uomo di neve

Storia di un uomo di neve,testo di Maria Loretta Giraldo
illustrazioni di Cristina Pieropan, Rizzoli 2012
 C'era una volta un pupazzo di neve. Comincia come una classica fiaba questa storia che parla delle stagioni, del ciclo dell'acqua, della realizzazione dei propri sogni.
 Un pupazzo di neve sente il forte desiderio di vedere la città, i prati, le montagne, il mare.
Così, quando la temperatura si alza e il pupazzo comincia a sciogliersi, le gocce d'acqua decidono di restare unite e dandosi la mano vivono una straordinaria avventura.
Le piccole gocce viaggiano attraverso il fiume giungendo al mare (dove il sale gli pizzica gli occhi)
per poi diventare leggere e salire verso l'alto, trasformandosi in nuvola bianca.
 La nuvola a forma di pupazzo di neve guarda il mondo dall'alto ed è felice, finchè torna l'inverno e con lui la nostalgia del posto in cui tutto è cominciato. Le gocce tornano ad essere fiocchi candidi, per ridiscendere sulla città......e diventare un pupazzo di neve !
Catalogare questa bella favola nella categoria "storie sul ciclo dell'acqua" è certamente riduttivo.
Vanno apprezzate le illustrazioni di Cristina Pieropan: incisioni colorate che ci fanno volare davvero sopra le città e le montagne, con vedute a volo d'uccello piene di particolari.
In questo libro convivono la leggerezza della favola, le nozioni scientifiche sul ciclo dell'acqua e
l'esempio di chi coraggiosamente insegue e realizza i propri sogni.


Storia di un uomo di neve, Rizzoli, 2012
Albo illustrato
Consigliato: dai 5 anni in su

domenica 16 dicembre 2012

villa topi

Villa Topi, scritto e realizzato da Karina Schaapman, Nord-Sud edizioni, 2011

Sam e Julia sono amici del cuore. Vivono a Villa Topi e giocano sempre insieme.
Sam è timido e buono, tanto quanto Julia è curiosa e vivace.
Le avventure vissute dai due topolini sono brevi e semplici: la capanna segreta, il bucato, la varicella, l'ora di dormire. 
Julia ha la varicella
Aiutano la nonna a cucinare le frittelle e le mangiano con lo zucchero a velo,
vanno al compleanno di  una cuginetta e Sam le porta in regalo una trottola.
Si tratta di avventure genuine , piccole imprese che capitano a tutti i bambini, raccontate
con garbo e con stile d'altri tempi. E' davvero facile immedesimarsi,
Le immagini sembrano fatte apposta per intenerirci: come non innamorarsi del musetto di Julia
con la varicella ? 

Karina Schaapman ha realizzato tutte le scenografie con cartapesta, materiali di scarto, stoffe
di tanti anni fa. Ogni stanza di Villa Topi è perfetta in ogni dettaglio, dai piccoli mobili
agli accessori in miniatura.
Un nuovo mondo "alla Beatrix Potter"gentile e colorato.



Villa Topi, Nord Sud edizioni, 2011
Albo illustrato
Consigliato: dai 3 anni in su


venerdì 14 dicembre 2012

intervista incantata #1

Inauguriamo con Gioia Marchegiani le "interviste incantate"
ovvero, qualche domanda agli autori e agli illustratori che ci piacciono di più.

 Ci siamo innamorati a prima vista del suo ultimo libro "Iole la balena mangiaparole"
già dalla copertina, bianca e rossa con quell'occhio curioso che ci guarda.
Iole è una balena rossa che ascolta le poesie e le trasforma in bellissime storie.
Una storia di amicizia, di condivisione. 
Un libro profondo come il mare, leggero come una poesia, bello come una balena rossa.


Visto che Gioia è bella, brava e intelligente proprio come il suo libro, le abbiamo fatto qualche domanda:

Una balena rossa, il mare, la poesia: dove nasce l'ispirazione ?
Dal mio amore per il mare. Protagonista delle stagioni della mia vita. L'universo atteso, cercato, vissuto. Temuto per la parte di mistero che porta con se, nelle sue profondità buie, nei suoi personaggi silenziosi ma così unici e meravigliosi.  Come la balena, il gigante buono, oggi a rischio di estinzione a causa della stupidità umana. 
Volevo trovare un modo per avvicinare il bambino a questo universo segreto, lontano. Abbiamo solo da imparare dalla natura, e quello che Iole racconta non sono favole ma storie vere! C'e' bisogno di affidare alle parole, alla cultura e al cuore le nostre azioni. E questo lo si può (e lo si deve) fare anche da piccoli, con i propri mezzi, con le poche parole che si hanno a disposizione. Come farlo e per farlo diventare un bel gioco, ce lo ha insegnato Rodari, nella sua “Grammatica della fantasia”.

Con Semidicarta svolgi numerosi laboratori per bambini: questo influenza il tuo modo di essere illustratrice?
Quanto conta il rapporto con i bambini ?

Semidicarta, fondata nel 2009 con l'amica archeologa e scrittrice Cristiana Pezzetta, nasce anche dal desiderio di entrare in contatto con i bambini per conoscerli meglio e dare quindi sostanza a ciò che illustro per loro. Ma non mi pongo di fronte a loro come un'osservatrice scientifica piuttosto cerco di sentirmi una di loro e mi lascio contaminare dalla loro purezza e dalla loro spontaneità. Certamente nascono molte idee e progetti dall'incontro con i bambini ma quello che provo è soprattutto il desiderio di riuscire a regalare loro un'esperienza.
Per me il libro per bambini deve essere soprattutto un'esperienza.


Che tipo di bambina eri, c'è un libro che ti ha "cambiato la vita"?

Ero una bambina temeraria con i miei simili, timida con gli adulti. Mi piacevano la natura e  le storie vere sugli animali. “L'anello di re Salomone” di Konrad Lorenz, è stato il mio primo libro con la elle maiuscola, ma non mi ha cambiato la vita, non sono diventata etologa bensì un'illustratrice col pollice verde! 

La storia che vorresti illustrare, o la storia che vorresti aver scritto / disegnato tu.

Ce ne sono tante, ma oggi forse mi piacerebbe illustrare la fantasia di Italo Calvino.

La bellezza e la poesia possono cambiare il mondo. Vero ?

Purtroppo credo non possano bastare ma ognuno nel suo piccolo può fare qualcosa!

Iole la balena mangiaparole, Gribaudo, 2012
albo illustrato
Consigliato: dai 4 anni in su


sabato 8 dicembre 2012

che strano uccellino !

Che strano uccellino ! Testo e disegni di Jennifer Yerkes, Gallucci, 2012

Il protagonista di questa favola delicata è un uccellino diverso da tutti gli altri.
Nessuno lo nota, e quando questo accade viene deriso.
"le rare volte che si faceva vedere, lo prendevano in giro" 
Così un bel giorno decide di andarsene. Nel suo viaggio per il mondo "bello e sconfinato" 
l'uccellino si veste con piccoli ricordi di ciò che incontra. Cerca in questo modo di farsi notare,
di essere ammirato e accettato dagli altri.
Capirà ben presto che è più importante essere se stessi e trovare il proprio posto nel mondo.

 Questa favola poetica ci parla di temi importanti: sentirsi diversi e cercare di essere accettati dagli altri, trovare la propria identità vivendo esperienze che ci fanno crescere.
L'autrice adotta una soluzione grafica raffinata, fatta di forme essenziali e di tinte piatte.
L'uccellino, bianco come il foglio stesso, è ottenuto visivamente "in negativo" rispetto alle forme che lo circondano nel mondo.



Che strano uccellino ! Gallucci 2012
Albo illustrato
Consigliato: dai 5 anni in su

giovedì 6 dicembre 2012

ululò

Ululò, testo di Amelie Galè,  illustrazioni di Jack Tow, LO edizioni
Questa è la storia di un lupetto, nel quale è facile immedesimarsi.
C'è una famiglia di lupi : mamma, papà e tre fratellini.
Uno di loro, Ululò, si addormenta ovunque: a scuola, durante i giochi dei fratelli.....lui ha sempre sonno. Come mai ?
Forse perché passa le notti ad ululare alla luna !
Ricorda certi bambini, che non vogliono mai andare a letto.
Come risolveranno questo problema ? Nella maniera più classica.
Non vogliamo togliervi la sorpresa.....ma di mezzo ci sono delle pecore !
Simpatica la storia; divertenti i disegni: freschi e veloci, matita e acquerello.


Ululò, LO edizioni, 2012
albo illustrato
Consigliato: dai 4 anni in su

martedì 4 dicembre 2012

storia di una matita

Storia di una matita, di Michele D'Ignazio, edizioni Rizzoli, 2012

Avete presente "La metamorfosi" di Franz Kafka ?
Bene. Togliete lo scarafaggio, l'alienazione e il senso di angoscia.
Vi rimarrà un racconto intelligente, surreale e divertente.
Il protagonista, Lapo, di professione disegnatore, si trasforma improvvisamente in una MATITA.
Avete capito bene, le sue dita sono matite, da temperare con cura ogni mattina.
La sua faccia è una punta di grafite....... e per spostarsi deve saltellare !
Come se non bastasse, Lapo- matita deve trovare un lavoro, rinnovare la carta d'identità e parlare
con i vicini di casa, come se nulla fosse cambiato.
Qualcosa di meraviglioso, però, è successo. Al suo passaggio, Lapo lascia dietro di sé bellissimi
disegni colorati: alberi, cigni, fiori, rondini.....
Riuscirà a trovare un lavoro?


Storia di una matita, Rizzoli, 2012,
pagine 114
Consigliato: dai 7 anni in su

venerdì 30 novembre 2012

mercoledì 28 novembre 2012

Una storia piena di lupi

Una storia piena di lupi, testo di Roberto Aliaga, illustrazioni di Roger Olmos
edizione Logos 2012

 Una storia circolare, in rima baciata, è questa storia piena di lupi che ululano
"urca che fame! Vogliamo cenare!"
Così i lupi cominciano ad addentare le lettere del libro stesso.....però non sono buone !
Ma ecco che Lupo Nasuto sente un buon odorino, e Lupo Ghiottone vede che al di là del libro
c'è qualcuno cicciottello da mangiare in un boccone.....
Lupo Occhiolino ha la visione
Qui il libro ha il suo colpo di teatro: parla proprio a te, che tieni tra le mani la copertina.
Si rende manifesto il legame che si crea tra il contenuto del libro ed il lettore, che il libro (inteso come oggetto fisico) lo tiene tra le mani.
Parlando di teatro, lo definiremmo un abbattimento della quarta parete, quando gli attori si rivolgono direttamente agli spettatori seduti sulle poltrone rosse.
Lo stupore e la perdita dei consueti punti di riferimento annullano la paura di essere mangiati da un lupo, generando invece il divertimento.
Ci rimane un dubbio: e se fossero i personaggi dei libri a guardare noi ?


Una storia piena di lupi, Logos, 2012
albo illustrato
Consigliato: dai 5 anni in su

Bestie, Fabian Negrin

 Bestie, scritto e illustrato da Fabian Negrin, edito da Gallucci, 2012

Giulia e Victor, fratello e sorella, viaggiano da tre ore con mamma e papà. Vorrebbero essere a casa
"a guardare la televisione" e non sui sedili posteriori della macchina.
Così decidono di fare un gran baccano per poter scendere e fare "almeno la pipì."
Addentrandosi troppo tra gli alberi e seguendo, per giocare, un ruscello, si perdono nel bosco.
La situazione è il classico inizio di fiaba: disobbedire e perdersi, come insegna Cappuccetto Rosso.
Quello che accade dopo, però, è davvero magico: ogni volta che giriamo pagina Giulia e Victor
somigliano sempre più agli animali di cui imitano movenze e attitudini.
Giulia salta da una pietra all'altra, Victor è troppo lento
Giulia è un cervo, Victor una lumaca
 Ogni volta che giriamo la pagina le nostre certezze vengono spiazzate e messe in gioco.
Testo e illustrazioni sono perfettamente alleati allo scopo di disorientarci e divertirci.
Quando apriamo un libro come questo entriamo nella sua dimensione nuova che non è più
la dimensione temporale in cui ci troviamo.
Aprendo la copertina siamo proiettati in una parentesi in cui la realtà e il tempo sono sospesi
ma anche dilatati.

 Succede dal 1963, quando venne pubblicato il primo capolavoro degli albi illustrati:
Nel paese dei mostri selvaggi, di Maurice Sendak, ora edito da Babalibri.
Qui il protagonista, il monello Max, chiuso per castigo nella sua camera, trasforma
per rabbia e per fantasia la sua stanza in un'isola popolata di mostri selvaggi.
Il tempo dell'albo sospende la realtà per ritrovarla solo alla fine, quando Max torna nella sua camera
dove trova la cena, ancora calda.

Nella camera di Max quella sera una foresta crebbe
Bestie, Gallucci, 2012
albo illustrato
Consigliato: dai 5 anni in su

domenica 25 novembre 2012

qui comincia l'avventura.....

...a Crema, in Via XX Settembre, al numero 105,
c'è una nuova libreria interamente dedicata ai bambini e ai ragazzi.