giovedì 10 gennaio 2013

la ragazza Chissachì

La ragazza Chissachì, di Sara Weeks, Beisler editore, 2005

Heidi ha dodici anni e vive sola con la madre in un appartamento che comunica con quello della vicina, Bernardette. Benchè Bernardette soffra di agorafobia e per questo non esca mai di casa, è l'unica persona in grado di aiutare le due giovani vicine.
La mamma di Heidi è una persona speciale rimasta bambina.
Il suo vocabolario è composto di sole 23 parole. E sono queste parole a dare il titolo ai 23 capitoli del libro: Heidi, Dette, Ciao, Suff.....questa parola, in particolare, è un mistero che Heidi dovrà risolvere.
Ma ci sono anche: Vieni, Buono, Blu, Carino, Bacio, Cattivo, e Fatto, quando si impara a fare qualcosa di nuovo.
Questo libro delicato, raccontato sottovoce, parla di un tema difficile: una mamma diversa dalle altre e una figlia che diventa adulta molto presto.
Ci parla dell'amore, inteso come protezione e cura verso qualcuno più debole.
Quando i ruoli madre-figlia si invertono.
Quando trovare il proprio passato è un percorso doloroso, ma necessario.
Quando non parliamo la stessa lingua, ma ci amiamo immensamente.
Il dolore e la dolcezza, in un libro straordinario.


La ragazza Chissachì, Beisler Editore
Pagine 205
Consigliato: dai 10 anni in su

Nessun commento:

Posta un commento