lunedì 11 febbraio 2013

libri senza parole #1

Flora e il fenicottero, illustrazioni di Molly Idle, Gallucci, 2013

I libri senza parole sono i libri più difficili. Ci chiedono uno sforzo più grande, dobbiamo per forza saper leggere le immagini. Dovremmo essere in grado di farlo: non siamo forse circondati da stimoli visivi di ogni tipo? Eppure un libro fatto di sole immagini ci spaventa, ci confonde.
Per afferrarne il senso dovremo osservare a lungo i disegni, soppesare il formato del libro, confrontare i colori, apprezzare il ritmo narrativo. Dovremo guardarlo molte volte, dall'inizio, poi dalla fine, più volte, con calma, prenderci il tempo della riflessione.
Sono queste operazioni assai più complesse del leggere un testo. L'alfabeto lo conosciamo tutti, sappiamo leggere in stampatello e in corsivo.
Le immagini invece......da sole poi.... che paura !
Cari genitori, quando vi facciamo vedere entusiasti un bel libro senza testo, aspettate a dirci "oddio no, senza parole...mio figlio deve allenarsi a leggere  ! Come si fa a leggere un libro così?"
Si legge eccome un libro così ! Ci vuole tempo e pazienza, vanno soppesati tutti i particolari, l'occhio e il cervello lavoreranno moltissimo, la fantasia volerà lontano.
In un libro di sole immagini c'è nascosta una magia: diventiamo noi gli scrittori della sua storia, una lezione ancora più importante dell'allenarsi a leggere l'alfabeto.
Tutte le immagini che vedete qui provengono dall'ultimo libro senza parole arrivato in libreria. Si tratta di Flora, edito da Gallucci. Ma potremmo guidarvi tra i libri di Munari, di Iela Mari, esperienze pioniere degli anni 70, capolavori assoluti come quello di Shaun Tan o la trilogia di Suzy Lee.

"la cultura è fatta di sorprese, cioè di quello che prima non si sapeva e bisogna essere pronti a riceverle e non a rifiutarle per paura che crolli il nostro castello che ci siamo costruiti" (Bruno Munari)
Flora, bambina cicciottella con un delizioso costumino rosa, mima una danza con un fenicottero.
Il libro espande la narrazione con l'uso di alette e pieghe che aumentano le situazioni e provocano un sorriso ad ogni apertura. Flora e il fenicottero si imitano, si studiano, si fanno scherzi, si divertono un mondo.
L'imitazione è la forma di linguaggio che precede la parola. Pensateci bene: quando i bambini non sanno ancora parlare cominciano ad esplorare e relazionarsi con il mondo attraverso l'imitazione dei gesti altrui.
Flora e il fenicottero, amici per la pelle, sono perfettamente sincronizzati nell'imitazione dell'altro: questo sono io, questo sei tu.


Flora e il Fenicottero, Gallucci editore
Album illustrato senza parole
Consigliato: a tutti senza nessun limite d'età

2 commenti:

  1. Ho incontrato troppo tardi questi libri.Sono capolavori.Sono come acqua limpida,ognuno ci si può specchiare e VEDERE ciò che è.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non è mai troppo tardi ! Anche se da bambini non avevamo tutti questi meravigliosi libri, si è sempre in tempo per apprezzarli e stupirsi, tornando un po' bambini. Circondarsi di cose belle ci rende persone migliori.

      Elimina