venerdì 26 aprile 2013

tutta sua madre


Tutta sua madre, testo di Roddy Doyle, illustrazioni di Freya Blackwood, Salani 2013
Siobhan vive a Dublino con il padre, un uomo gentile ma molto silenzioso. Ogni venerdì suo padre le regala un libro nuovo. Non parla mai a Siobhan di sua madre, morta quando la bambina aveva solo tre anni. Ora che ha 10 anni vorrebbe ricordare il viso della mamma, ma non ci riesce.
Ci sono i suoi vecchi libri, un paio di folli scarpe verdi, i suoi foulard, ma non ci sono fotografie.
Siobhan  riesce a ricordare le sue mani, la sua voce e alcune parole. Ma non ricorda il suo volto e quello spazio vuoto è un dolore che si porta ovunque, soprattutto quando vede le altre mamme.
Crescendo Siobhan si rende conto, guardandosi allo specchio, che la donna che sta fissando negli occhi è sua mamma. Siobhan a trent'anni si accorge di essere il ritratto di sua madre e piange. Indossa le folli scarpe verdi e spiega a sua figlia Ellen che a volte le persone piangono quando sono felici.
Il padre di Siobhan si unisce a loro e finalmente si apre e racconta tutto : come si erano conosciuti, come la torta rotolò giù dal tavolo il giorno del loro matrimonio, e come, quando si è troppo seri, bisogna mettersi una piuma nelle mutande......
Questa è una storia emozionante che tratta con delicatezza la tristezza e la felicità. Un racconto pieno di poesia, per parlare del legame della famiglia, di somiglianze, di affetto.



Tutta sua madre, Salani
Albo illustrato
Consigliato: dagli 8 anni in su

Nessun commento:

Posta un commento