lunedì 31 marzo 2014

certe volte

Certe volte, Luigi Ballerini, illustrazioni di Richolly Rosazza, Motta Junior 2014
 Certe volte abbiamo davanti dei bambini insopportabili: capricciosi, ostinati. Oppure abbiamo davanti a noi bambini troppo timidi e paurosi che non sappiamo davvero come prendere. Li mettiamo in punizione ? Li sgridiamo e ci arrabbiamo ? Questo libro ci mostra il vero lato di questi piccoli tiranni. Aiuta i bambini a capire le proprie emozioni, leggetelo insieme a loro.
 Il piccolo protagonista vorrebbe giocare a pallone, ma ha paura di essere troppo lento e di essere preso in giro. Così se ne sta triste fuori dal campo di gioco e indossa un pesante costume da tartaruga.
Quando è in mezzo alla gente grida e fa baccano per farsi notare: eccolo qui sotto, mentre indossa un costume da leone e urla in un megafono. Per il leone è il momento dei capricci !
 Ma ecco svelata la verità, quando il bambino trova il coraggio di gettare la maschera: può giocare a pallone con gli altri bambini se trova il ruolo giusto e abbandona la corazza della timidezza.
Se la sua famiglia trascorre con lui del tempo e lo fa sentire importante, anche il leone smette di ruggire e fare i capricci.
 Un libro delicato e importante pieno di spunti di riflessione: ben scritto e splendidamente illustrato. L'utilizzo del travestimento del bambino spiega in modo efficace la complessa psicologia dei malesseri più comuni: la timidezza, le bugie, l'aggressività e i capricci.


Certe volte, Motta Junior
Albo illustrato
Consigliato dai 4 anni in su

martedì 25 marzo 2014

anche il Viaggiatore alla Fiera

Non potevamo mancare alla Fiera di Bologna quest'anno: appuntamento imperdibile per tutti gli addetti del settore. Si ritrovano una volta all'anno editori, autori, illustratori, agenti, librai di tutto il mondo. Ecco per voi una carrellata di fotografie con i colori sgargianti della Fiera:
la mostra degli illustratori selezionati
la mostra personale di Satoe Tone
piedi stanchi di libraie in Fiera
il "muro del pianto" con gli annunci degli illustratori
il Caffè degli Illustratori, dove si svolgono incontri e presentazioni
alcuni libri vincitori
altri vincitori
ecco gli stand delle case editrici
strani incontri in Fiera
ci si rivede l'anno prossimo !


venerdì 14 marzo 2014

cappuccetto rosso

Cappuccetto Rosso, Roberto Piumini e Elena Temporin, Emme edizioni 2014
 Quando ho preso questo libro dallo scatolone dei nuovi arrivi ho esclamato: finalmente ! Una fiaba classica finalmente riproposta in un bel libro illustrato. Il formato è grande, le pagine spaziose, i disegni di Elena Temporin freschi e leggeri come l'aria di questa primavera.
Ci ha conquistati già dalla copertina: il primo piano è tra le chiome degli alberi, dalle quali gli uccelli fuggono, disturbati nella quiete del bosco.
 Chi li avrà spaventati ? La bella Cappuccetto o quel grosso lupo nero ? Le parole di Roberto Piumini ci accompagnano nel bosco fino alla casa della nonna..."che orecchie grandi che hai !"


Cappuccetto Rosso, Emme Edizioni
Albo illustrato
Consigliato dai 3 anni in su


domenica 9 marzo 2014

jane, la volpe & io

Jane, la volpe e io, Isabelle Arsenault e Fanny Britt, Mondadori 2014
 Seguo il blog di Isabelle Arsenault da un paio di anni e sono stata felicissima di avere (finalmente !) tra le mani l'edizione italiana di Jane, le renard & moi. Isabelle è canadese, vive a Montreal. I suoi disegni sono preziosi e poetici, realizzati in punta di matita.
Ma veniamo a questa storia, scritta da Fanny Britt, autrice canadese.
il mondo di Helene è grigio
Helene, la protagonista di questo racconto, non è affatto felice a scuola. Si sente derisa ed emarginata. Succede, nell'adolescenza, di sentirsi così immensamente infelici. Quando prende l'autobus per tornare a casa, Helene tira fuori il suo libro. Sta leggendo Jane Eyre, di Charlotte Bronte. "Di solito riesco a leggere circa tredici pagine, tra la scuola e casa mia. Se sull'autobus c'è Genevieve e la sento chiacchierare con i ragazzi, dietro di me, giro le pagine ma non leggo davvero, sono troppo assordata dal martellare del mio cuore".
quando si rifugia nel libro il mondo prende colore
Un giorno in classe comunicano che dovranno andare tutti quanti al campo d'inglese: gli studenti vivranno in tenda, faranno il bagno nel lago, tireranno con l'arco. Helene non può opporsi, neppure al costume da bagno che la fa sentire come una grossa salsiccia. Al campeggio Helene finisce nella "tenda delle emarginate" dove hanno trovato posto tutte le ragazzine timide e impacciate come lei. Poi succede una cosa, piccola e straordinaria. Mentre è seduta sui gradini della tenda a leggere Jane Eyre, una volpe minuscola si avvicina a lei, tanto da riuscire a sfiorarle il muso guardandola nei grandi occhi dolci e tondi.
l'incontro con la volpe
Subito dopo questo incontro straordinario con la volpe ecco che arriva Geraldine, una ragazza nuova con gli occhi azzurri. Tutto il mondo di Helene si riempie delle parole e delle risate di Geraldine, che diventa la sua migliore amica. Le presterà il libro di Jane Eyre, quando tornerà a casa.
"Le ho detto: vedrai, finisce bene."
Jane, la volpe e io, Mondadori
Albo illustrato/graphic novel
Pagine 100
Consigliato dai 10 anni in su

sabato 1 marzo 2014

classifica di febbraio

al primo posto, Braccialetti rossi
Violetta, un anno dopo
al terzo posto, Sepulveda
Non ho fatto i compiti.....al quarto posto
al quinto posto, l'ultimo romanzo del Diario di una schiappa