domenica 18 maggio 2014

sette minuti dopo la mezzanotte

Sette minuti dopo la mezzanotte, Siobhan Dowd, oscar mondadori 2014

Da quando si scopre la malattia della madre, Conor è tormentato ogni notte, sette minuti dopo le dodici,  da un incubo tremendo . Nelle notti agitate il maestoso tasso sulla collinetta assume le sembianze di un mostro spaventoso del quale però il ragazzo non ha paura.
Da lui infatti Conor apprende il valore della verità, del coraggio e della determinazione attraverso tre storie selvagge ambientate nella sua terra in tempi remoti. All’inizio il protagonista non ne comprende il significato, si arrabbia per ciò che a prima vista sono ingiustizie e crudeltà dei personaggi e si spazientisce con il saggio albero, il quale tuttavia non demorde perchè intende condurre Conor all’accettazione della verità, quella che sta dentro di lui, quella che inconsciamente sa ma che tiene nascosta e lontana dal suo io.
Di giorno un adolescente come tanti, invisibile, che si scontra con i bulli della scuola, una nonna burbera e un padre “che parla come le serie tv americane”, di notte un uomo in divenire, sempre più consapevole, sempre più sicuro, che riesce infine a guardare in faccia la realtà nel volto della madre morente.
Un romanzo unico, scritto a due voci da Patrick Ness e Siobhan Dowd (purtroppo scomparsa appena dopo aver abbozzato i personaggi e l’idea centrale del libro) e illustrato egregiamente dal tratto graffiante e potente di Jim Kay.
 
(grazie a Marianna per la recensione)
 
 
Sette minuti dopo la mezzanotte, oscar mondadori
Pag 224
Consigliato dai 12 anni in su
 

1 commento:

  1. Ho adocchiato questo libro un po' di mesi fa e mi sono decisa ad acquistarlo. Sono però indecisa tra l'edizione con copertina flessibile o quella rigida. In realtà della cover mi importa poco, ma mi chiedo se ci sia o meno qualche differenza per ciò che riguarda le illustrazioni.
    Nella tua edizione ce ne sono parecchie?
    Scusa il disturbo ma mi piacerebbe saperlo.

    RispondiElimina